Home Cronaca Viabilità, il Presidente del consiglio Saia all’onorevole Mancuso: “Stia dalla nostra...

Viabilità, il Presidente del consiglio Saia all’onorevole Mancuso: “Stia dalla nostra parte. Scambiare meriti per doveri credo faccia perdere punti”

1.723 views
0

Bompensiere – Totino  Saia, Presidente del Consiglio Comunale di Bompensiere ed  Eperto e già responsabile dell’Ufficio di Protezione Civile della ex Provincia Regionale di Caltanissetta, replica al forzista Michele Mancuso che ieri, preannunciando un intervento regionale  sulle strade provinciali che collegano Milena,  Montedoro e Bompensiere attraverso una nota, aveva bollato come inutili le preoccupazioni dei sindaci, peraltro, cristallizzate in una lettera aperta. Scrive il geologo: “Gentile On.le Michele Mancuso. In merito alla lettera dei Sindaci di Bompensiere, Milena e Montedoro, sul ‘disastro’ (credo non possa usarsi un termine più appropriato) delle strade provinciali dei loro territori posso affermare, nella mia esperienza pluridecennale di tecnico ed esperto di protezione civile e per la contestuale stima ed apprezzamento che porto a lei, in quanto ‘uomo politico’, che i Sindaci non hanno alcun motivo di ‘stare tranquilli. I lavori del progett – prosegue il dottore Saia –  che si sta attuando costituiscono un palliativo provvisorio, come ammesso dallo stesso Ing. Alongi nella sua doppia veste di Ingegnere Capo del Genio Civile e Commissario straordinario del Libero Consorzio di Caltanissetta. Il progetto proposto dal Genio Civile, e che si sta attuando, è stato approvato in conferenza di servizi nel mese di ottobre 2020 da parte dei comuni interessati ed ha atteso un anno per essere consegnato (03 novembre 2021 con altisonanti titoli sui media). È un intervento che non risolve in maniera determinante le problematiche, compresa la provinciale 73 che non rientra in questo progetto perché la competenza è tutta del Libero Consorzio (ex Provincia) di Agrigento. La lettera attuale dei tre Sindaci mette in evidenza, con tanta dovuta pacatezza, una situazione di emergenza immediata e nasce dal profondo del cuore esasperato dei cittadini, quei cittadini che sono costretti a percorre strade ‘mulattiere’ e che, oltre all’ignominia dell’inciviltà, subiscono danni alle loro autovetture.

La reazione – prosegue il presidente del consiglio – della ex Provincia di”abbassare’ il limite di velocità a 20 kmh è un’offesa alla dignità di chi è costretto a utilizzare quelle arterie, se non si configura, di converso, come una palese omissione d’atti d’ufficio e/o un abuso della propria autorità.

Il ‘Politico’ deve stare dalla nostra parte, quella dei cittadini e di chi li rappresenta localmente. Vogliamo che ascolti i ‘lamenti? di un popolo per trovare o proporre soluzioni. Quei cittadini che vedono allontanare ogni diritto di civiltà, per situazioni anche contingenti, non solo per carente programmazione. Le preoccupazioni dei Sindaci non sono “inutili” e le loro lagnanze non intendono affatto “offendere” l’operato di stimolo del “politico”, ma vogliono contribuire a superare emergenze e a cercare normalità. Siamo in totale emergenza e come tale si deve provvisoriamente ed immediatamente intervenire. Scambiare meriti per doveri credo faccia perdere punti. Stia tranquillo l’On.le Mancuso, ma soprattutto stia dalla nostra parte, con i fatti e senza alimentare inutili polemiche. Allora sì che gliene saremo veramente grati”

 

 

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi