Home Cronaca Villalbese tentò di uccidere la moglie, si toglie la vita in cella

Villalbese tentò di uccidere la moglie, si toglie la vita in cella

1.904 views
0

Villalba – Non ha retto al carcere e ha deciso di chiudere per sempre il suo conto con la vita. Lì, in una cella del carcere d’Imperia, lui, Michele Scarlata, un sessantacinquenne di Villalba, era stato rinchiuso poco più di tre settimane fa per il tentato omicidio della sua ex moglie.

La stessa donna con la quale, fino al 2020, ha vissuto a Caltanissetta. E proprio in quel periodo lei ha presentato una denuncia a carico di lui, per molestie e aggressioni. E in quei frangenti la donna ha chiuso la sua parentesi con l’uomo. Decidendo di non vivere più sotto lo stesso tetto e trasferendosi in Liguria. A Pietra Ligure in particolare.

Quel passaggio avrebbe segnato il declino di quella storia che poi, nell’immediato futuro, è stata punteggiata da episodi violenti ai danni della donna e, infine, dalla decisione estrema di lui.

Sì, perché nel dicembre scorso, partendo dalla Sicilia, lui l’ha raggiunta in Liguria. E per venirgli incontro, visto che lui non avrebbe avuto un posto per dormire, l’ex moglie si è trasferita in casa di un’amica per ospitarlo per qualche giorno in casa sua.

Ma quel chiarimento, fortemente desiderato da lui, non v’è più stato. Anzi, la sua ex gli avrebbe proprio chiuso le porte in faccia escludendo categoricamente un futuro insieme.

Così da scatenare una prima reazione dell’uomo che prima avrebbe tentato di farla finita tagliandosi con una lametta e poi, mosso da rancore, ha incendiato l’abitazione in cui la sua ex lo stava ospitando. Casa completamente distrutta dal rogo. Poi, il rientro in Sicilia.

Ma non si sarebbe arreso e, qualche settimana dopo, a inizio gennaio scorso, è ripartito di nuovo per la Liguria. Ma, questa volta, mosso da desiderio di vendetta. Sì, perché le avrebbe teso un vero e proprio agguato sotto casa di lei, mentre stava rientrando. Prendendola alle spalle, nell’androne del palazzo, colpendola violentemente alla testa con una pesante chiave a cricchetto che stringeva tra le mani.

A scongiurare la tragedia, fermando la furia del sessantacinquenne, sono stati alcuni vicini di casa della malcapitata. Che poi è stata subito soccorsa e trasferita immediatamente in ospedale.

Mentre il villalbese, nel frattempo bloccato dai vicini della donna, è stato arrestato dai carabinieri. È poi finito nel carcere d’Imperia ,  perché accusato di tentato omicidio.  Ma ora non ha più retto e s’è tolto la vita in cella.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi