Home Cronaca «Vuotarono il conto di una ultranovantenne», al via processo a notaio e...

«Vuotarono il conto di una ultranovantenne», al via processo a notaio e una badante

567 views
0

Caltanissetta –  Peculato continuato in concorso. Questa la contestazione che pende su un notissimo professionista nisseno e una donna , accusati di avere alleggerito il conto di una ultranovantenne.

Per questa imputazione sono stati chiamati in giudizio un notissimo notaio nisseno – assistito dagli avvocati Francesco e Giuseppe Panepinto – e una cinquantasettenne (assistita dagli avvocati Giuseppe Dacquì e Aristide Galliano – ora al cospetto del tribunale di Caltanissetta presieduto da Francesco D’Arrigo.

Nei loro confronti si è costituita parte civile – assistita dall’avvocato Francesco Ruggieri – una familiare della ultranovantenne , poi deceduta, alla quale sarebbero stati sottratti dal conto qualcosa come 69 mila euro.

Secondo la ricostruzione investigativa, il professionista si sarebbe presentato in un istituto di credito chiedendo di aprire un conto a nome dell’anziana e di cui lui, per i loro rapporti fiduciari, avrebbe avuto il totale controllo.

E in pochi mesi quel conto sarebbe stato svuotato. Quattro assegni, per un totale di 60 mila euro,  sarebbero finiti nel conto della cinquantasettenne, badante dell’anziana, della quella avrebbe falsificato la firma

Altri due assegni, uno da 7.500 euro e l’altro da 1.500, sarebbero finiti uno direttamente nel conto del professionista e l’altro a un’agenzia assicurativa per una polizza vita a suo nome.

Questa la ricostruzione dell’accusa che, in realtà, in un primo momento aveva chiesto l’archiviazione dell’indagine. È stato poi il gip a disporre ulteriori approfondimenti e, alla fine, l’epilogo è stato diametralmente opposto, con la richiesta di giudizio a carico dei due poi accolta dal gup.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi